Pranayama

Aggiornato il: gen 22

L’Hatha Yoga Pradipika, libro di riferimento nella pratica dello Yoga, parla così della respirazione: “Quando il respiro va e viene, la mente è inquieta, ma quando si calma il respiro, si calma la mente” ed è questo lo scopo del Pranayama, calmare il respiro per calmare la mente.

Nello Yoga per Pranayama si intendono tecniche respiratorie.

Ma in realtà Pranayama ha un significato molto più profondo.


In Sanscrito la parola Prana significa energia vitale , un elemento senza il quale non potremmo vivere, mentre Yama significa controllo e direzionamento, mentre Ayama , significa liberazione e espansione.


Già la traduzione ci proietta l'importanza del Pranayama, uno degli strumenti che ci donano la purificazione di corpo e mente


Il Pranayama insegna a respirare con presenza, attraverso le tecniche ci insegna ad allungare, trattenere e modificare il respiro per migliorare la qualità di vita. Una migliore respirazione favorisce l’attenzione, la concentrazione, l’equilibrio mentale e fisico, può persino migliorare la vista e apporta serenità e calma.

Un esercizio da fare a casa

Ovunque possiamo respirare, anche a casa è possibile esercitarci ad un respiro consapevole attraverso queste tecniche.

Siediti in una posizione comoda e mantieni la colonna vertebrale allineata.

Inizia a respirare , portando l'attenzione alla lunghezza dell'inspirazione e dell'espirazione. Porta consapevolezza al respiro e alla sua lunghezza, mantieni la stessa durata dell'inspirazione e dell'espirazione per 10 respiri completi.

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti